Artedo - Ente Accreditato MIUR ai sensi della Direttiva Ministeriale 90/2003 con decreto prot. AOODPIT.852 del 30/07/2015


18/19.11.2017-Trento-Laboratorio di Arteterapia:" Odysseus"

Condividi

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

"ODYSSEUS"

 

“Cantami, o Diva, del Pelide Achille l'ira funesta che infiniti addusse lutti agli Achei, molte anzi tempo all'Orco generose travolse alme d'eroi, e di cani e d'augelli orrido pasto lor salme abbandonò (così di Giove l'alto consiglio s'adempìa), da quando primamente disgiunse aspra contesa il re de' Prodi Atride e il divo Achille". Si sarebbe potuta chiamare anche Achilleide, si parla di un semidio e dell’ira funesta che guidò le sue membra, ma si parla anche degli dei, siamo tra il mito e la saga. “Narrami, o musa, dell'eroe multiforme, che tanto vagò, dopo che distrusse la Rocca sacra di Troia: di molti uomini vide le città e conobbe i pensieri, molti dolori patì sul mare nell'animo suo, per riacquistare a sé la vita e il ritorno ai compagni.”

 

Il protagonista è un uomo, un eroe guidato non dalle passioni ma dal suo ingegno poliedrico, siamo ai confini tra il mito, la saga e la fiaba. Odisseo rappresenta l’eroe umano che inizia il suo cammino di individualizzazione allontanandosi dalla sua famiglia, quindi dal suo sangue, dalla sua cultura, dalla sua terra per perdersi nel viaggio verso l’ignoto ma acquisendo grazie ad esso e le sue peripezie nuove conoscenze, così da ritornare a Itaca ritrovando se stessocompletamente trasformato. I primi dodici libri sono caratterizzati dalla paura e dalla perdita, i secondi dodici libri affrontano l’egoismo, la compassione, la vendetta ma anche il ricongiungimento con la propria anima. Per alcuni il mito è stata una forma fantastica escogitata dagli uomini del passato per difendersi dalla morte e dal dolore provenienti dal mondo divino eterno.Per altri il mito invece è solo una rappresentazione poetica di una dimensione non fantastica ma simbolica delle esperienze vissute dagli iniziati negli antichi misteri. Un filosofo neoplatonico scriveva nel IV secolo: “Poiché il mondo stesso lo si può chiamare mito, in quanto corpi e cose vi appaiono, mentre le anime e gli spiriti vi si nascondono.” Attraverso l’acquerello e la lettura di alcuni passi dell’Odissea tenteremo di sperimentare le vicende animiche universali di Ulisse.

 

Il Laboratorio è proposto da Angelo Prinzo:

 

  Arteterapeuta, Violoncellista
  Formazione quadriennale di terapia artistica a indirizzo antroposofico presso il “Fiore Azzurro” e master in  Arti Terapie   presso l'Università degli Studi Roma Tre. Laurea in lettere moderne a indirizzo arte, musica e  spettacolo presso                   l’Università degli Studi di Salerno. Supervisore per l'area tecnica, Artetertapeuta e docente  presso Artedo. Docente di         Musicoterapia presso il “Fiore Azzurro”. Violoncellista formatosi presso la Rowan  University negli U.S.A e al                       Conservatorio di Musica di S.Cecilia a Roma. Collabora come Arteterapeuta,  Musicoterapeuta e docente di violoncello       presso la Scuola Janua e l’Istituto S.Ivo, entrambi a Roma.

 

 

per partecipare: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

3479846730

Condividi

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Contatti Trento

Ass. OndaSalus Trento 

arteterapia@ondasalus.org

Cell. 3665050643

Facebook: Artedo Arti Terapie - OndaSalus Trento 

Via Paludi, 3 loc. Gardolo

Trento

 

Contatti Sede Nazionale

Artedo - Polo Mediterraneo delle Arti Terapie e delle Discipline Olistiche

Viale Oronzo Quarta 24, 73100 Lecce

Sei qui: Home Laboratori 18/19.11.2017-Trento-Laboratorio di Arteterapia:" Odysseus"